Plumcake Valentino


Raccontano che un giorno si riunirono in un luogo della terra tutti i sentimenti e le qualità degli uomini. Quando la noia si fu presentata per la terza volta, la pazzia, come sempre un po’ folle propose: “Giochiamo a nascondino!”

L’interesse alzò un sopracciglio e la curiosità senza potersi contenere chiese: “A nascondino? Di che si tratta?”

“E’ un gioco, – spiegò la pazzia – in cui io mi copro gli occhi e mi metto a contare fino a 1000000 mentre voi vi nascondete e, quando avrò terminato di contare, il primo di voi che scopro prenderà il mio posto per continuare il gioco.”

L’entusiasmo si mise a ballare, accompagnato dall’euforia. L’allegria fece tanti salti che finì per convincere il dubbio e persino l’apatia alla quale non interessava mai niente… Però non tutti vollero partecipare. La verità

preferì non nascondersi. Perchè, se poi alla fine tutti la scoprono? La superbia pensò che fosse un gioco molto sciocco (in fondo ciò che le dava fastidio era che non fosse stata una sua idea) e la codardia preferì non arrischiarsi.

“Uno, due, tre…” – cominciò a contare la pazzia.

La prima a nascondersi fu la pigrizia che si lasciò cadere dietro la prima pietra che trovò sul percorso. La fede volò in cielo e l’invidia si nascose all’ombra del trionfo che con le proprie forze era riuscito a salire sulla cima dell’albero più alto. La generosità quasi non riusciva a nascondersi. Ogni posto che trovava le sembrava meraviglioso per qualcuno dei suoi amici.

Che dire di un lago cristallino? Ideale per la bellezza. Le fronde di un albero? Perfetto per la timidezza. Le ali di una farfalla?

Il migliore per la voluttà. Una folata di vento? Magnifico per la libertà. Così la generosità finì per nascondersi in un raggio di sole. L’egoismo, al contrario trovò subito un buon nascondiglio, ventilato, confortevole e tutto per sè. La menzogna si nascose sul fondale degli oceani (non è; vero, si nascose dietro l’arcobaleno). La passione e il desiderio al centro dei vulcani. L’oblio…non mi ricordo…dove? Quando la pazzia arrivò a contare 999999 l’amore non aveva ancora trovato un posto dove nascondersi poichè li trovava tutti occupati, finchè scorse un cespuglio di rose e alla fine decise di nascondersi tra i suoi fiori.

“Un milione!” – contò la pazzia. E cominciò a cercare. La prima a comparire fu la pigrizia, solo a tre passi da una pietra. Poi udì la fede, che stava discutendo con Dio su questioni di teologia, e sentì vibrare la passione e il desiderio dal fondo dei vulcani. Per caso trovò l’invidia e potè dedurre dove fosse il trionfo. L’egoismo non riuscì a trovarlo. Era fuggito dal suo nascondiglio essendosi accorto che c’era un nido di vespe. Dopo tanto camminare, la pazzia ebbe sete e nel raggiungere il lago scoprì la bellezza. Con il dubbio le risultò ancora più facile, giacchè lo trovò seduto su uno steccato senza avere ancora deciso da che lato nascondersi. Alla fine trovò un po’ tutti: il talento nell’erba fresca, l’angoscia in una grotta buia, la menzogna dietro l’arcobaleno e infine l’oblio che si era già dimenticato che stava giocando a nascondino. Solo l’amore non le appariva da nessuna parte. La pazzia cercò dietro ogni albero, dietro ogni pietra, sulla cima delle montagne e quando stava per darsi per vinta scorse il cespuglio di rose e cominciò a muoverne i rami.

Quando, all’improvviso, si udì un grido di dolore: le spine avevano ferito gli occhi dell’amore…! La pazzia non sapeva più che cosa fare per discolparsi; pianse, pregò, implorò, domandò perdono e alla fine gli promise che sarebbe diventata la sua guida. Da allora, da quando per la prima volta si giocò a nascondino sulla terra, l’amore è cieco e la pazzia sempre lo accompagna.

 

Ingredienti:

PER IL CUORE

120 gr di farina

80 gr di zucchero

70 gr di olio di semi

½ cucchiaino di lievito

2 uova

1 pizzico di vanillina

1 pizzico di sale

colorante alimentare rosso

 

PER L’IMPASTO AL CACAO:

180 gr di farina

50 gr di cacao

140 gr di olio di semi

150 gr di zucchero

4 uova

1 cucchiaino di lievito

1 pizzico di sale

il resto della bustina di vanillina

 

 

Iniziate a montare le uova con lo zucchero fino a renderle spumose. Unite poi l’olio, la farina, la vanillina e il lievito. Una volta ottenuto un composto omogeneo, unire poco per volta il colorante alimentare fino a raggiungere la tonalità che più vi piace. Versare il composto in una teglia rivestita con carta forno e cuocere a 180° per circa 30 minuti. Una volta cotta, fatela leggermente raffreddare e con uno tagliabiscotti a forma di cuore, ricavate tante formine, cercando di sfruttare al meglio la superficie della torta.

 

Prepariamo ora l’impasto al cacao.

Il procedimento è identico al primo, montare lo zucchero e le uova, l’olio e gli ingredienti in polvere.

 

Rivestite uno stampo da plumcake con carta forno bagnata e strizzata. Versare sul fondo due dita di impasto al cacao e posizionare in verticale i cuori per tutta la lunghezza dello stampo. Versare sopra l’impasto rimanente. Cuocere a 180° per circa 40 minuti. Prima di sfornare fare la prova ‘stecchino’ perchè il plumcake è un dolce che spesso impiega più tempo del previsto a cuocere.

Fate trovare una feta di questo dolce alle persone che amate, sarà un bellissimo regalo!

 

 

Elisa
Elisa
About me

Se vuoi leggere un pizzico di me clicca sul link qua sopra a destra "Un Pizzico di Ely". :-)

YOU MIGHT ALSO LIKE

Fiocchi di neve
May 26, 2019
Crostata alla crema e frutti di bosco
May 18, 2019
Tante piccole torte pasqualine ai carciofi per il nostro pic-nic
April 19, 2019
Vellutata di carote, zenzero e vongole
April 08, 2019
Troccoli con le sarde “last minute”
April 02, 2019
Flan pâtissier
March 25, 2019
Duffin, non è un donut non è un muffin…
March 16, 2019
Zuppa di pomodoro piccante con yogurt ed avocado croccante
March 06, 2019
Pollo in crosta d’avena e semi
March 01, 2019

2 Comments

Avatar
Bruna
Reply 14 Febbraio 2017

grazie per aver raccontato a tutti la bellissima storia dell'amore.
che sia il tuo mondo ricco d'amore, sempre, in ogni sua forma.

Avatar
Silvana
Reply 15 Febbraio 2017

BELLO IL TUO RACCONTO, L'amore è una bellissima avventura da intraprendere con un pizzico di follia e una certa dose di di curiosità e a occhi chiusi così possiamo anche sognarlo. Silvana

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.